bottone di chiusura

Appello per la difesa dell’identità liberale

Appello per la difesa dell’identità liberale
Noi liberali, iscritti al Partito Liberale Italiano, desideriamo esprimere il nostro forte disagio in merito alle decisioni prese dal partito in questa campagna elettorale fortemente condizionata dall’ennesima legge elettorale illiberale. Per onore di coerenza e per la passione verso gli ideali del Liberalismo, mai dimentichi del valore incorruttibile dell’intransigenza che ha da sempre contraddistinto i fautori della difesa e della promozione delle Libertà dell’uomo, non possiamo nascondere lo sgomento di fronte alla scelta di candidature di esponenti del PLI sotto la bandiera della Lega attraverso presumibili “accordi politici” o “intese elettorali”, la cui natura, le cui condizioni e i cui contenuti non sono stati nemmeno previamente deliberati dagli Organi collegiali previsti dallo Statuto. Abbiamo a cuore il mantenimento dell’identità liberale del nostro partito, convinti che ciò debba avvenire anche quando si tratta di prendere decisioni, specialmente se si tratta di elezioni politiche, laddove i principi del Liberalismo debbono essere la condicio sine qua non affinché si Continua a leggere
img1img2img3img4img5

 

Leoni blog

Nois from amerika

Istituto Bruno Leoni

Fondazione Luigi Einaudi

Il portavoce

Cristoforo Cristofani

Appello per la difesa dell’identità liberale

Appello per la difesa dell’identità liberale
Noi liberali, iscritti al Partito Liberale Italiano, desideriamo esprimere il nostro forte disagio in merito alle decisioni prese dal partito in questa campagna elettorale fortemente condizionata dall’ennesima legge elettorale illiberale. Per onore di coerenza e per la passione verso gli ideali del Liberalismo, mai dimentichi del valore incorruttibile dell’intransigenza che ha da sempre contraddistinto i fautori della difesa e della promozione delle Libertà dell’uomo, non possiamo nascondere lo sgomento di fronte alla scelta di candidature di esponenti del PLI sotto la bandiera della Lega attraverso presumibili “accordi politici” o “intese elettorali”, la cui natura, le cui condizioni e i cui contenuti non sono stati nemmeno previamente deliberati dagli Organi collegiali previsti dallo Statuto. Abbiamo a cuore il mantenimento dell’identità liberale del nostro partito, convinti che ciò debba avvenire anche quando si tratta di prendere decisioni, specialmente se si tratta di elezioni politiche, laddove i principi del Liberalismo debbono essere la condicio sine qua non affinché si decida un programma o un’alleanza elettorale. È, pertanto, opportuno ricordare la centralità del Manifesto Liberale di Oxford del 30 novembre 1997 – che al presente appello alleghiamo -, contenente l’Agenda liberale per il XXI secolo, al fine di “riflettere sulle risposte liberali alle sfide e alle occasioni che si presentano alla soglia di un nuovo millennio”. Siamo convinti che “l’unico partito di centro che si possa pensare”, per citare Benedetto Croce, tra i padri fondatori del Partito Liberale Italiano, ha senso solo se presente e attivo in quanto partito, ed in quanto partito né di sinistra né di destra.

Massimiliano Giannocco (componente della Direzione nazionale del PLI)

Valeria Viara (Vice segretario provinciale di Roma del PLI) Filippo Boretti (componente del Consiglio nazionale del PLI)

Giovanni Bellofiore (componente della Direzione regionale del Lazio del PLI)

Maria Silvia Gatto (componente del Consiglio nazionale del PLI)

Riccardo Dinucci (componente del Consiglio nazionale del PLI)

Margherita Frappa (componente della Direzione provinciale di Roma del PLI)

Francesco Ceccano (componente della Segreteria regionale del Lazio del PLI)


Roma, 9 febbraio 2018

di Redazione Pensalibero.it | 11 febbraio 2018

La battaglia populista delle tasse

La questione fiscale è centrale nel rapporto Stato-cittadino. Populista è chi il populista fa.
Il presidente americano, Donald Trump, è poco amato dalle classi dirigenti europee perché «populista». Ma la sua riforma fiscale ha dietro un pensiero. ....
Data 01/02/2018

La crescita? 12 condizioni affinché avvenga

L’assistenzialismo genera la malattia che pretende di curare. L’unico modo efficace per combattere efficacemente ed in modo duraturo la povertà, è la creazione di nuova ricchezza.

Come si fa a creare nuova ricchezza? Creando nuovi posti di lav....
Data 07/01/2018

LIBERALI–LIBERISTI

Colui o coloro che si riconoscono nella cultura politica liberale ed in una concezione economica di ....
Data 23/12/2017

Il populismo egualit

Francesco Bencivenga - www.leoniblog.it
Qualche sera fa mi sono imbattuto nell’ennesimo esempio d....
Data 22/12/2017 (Ricevuto 1 commenti)

Cos’è la pressione ?

In questi ultimi giorni ci siamo sentiti dire spesso che la Boschi e Renzi hanno parlato di Banca Et....
Data 21/12/2017

Liberali italiani, a

Lettera aperta del Presidente della Fondazione Luigi Einaudi Giuseppe Benedetto pubblicata sulla Sta....
Data 21/10/2017

Essere Liberale oggi

Probabilmente sembrerò fuori dal tempo; probabilmente in un mondo dove tutti si professano liberali ....
Data 01/10/2017

Quando è legittimo r

Alberto Mngardi - www.brunoleoni.it
Una riflessione che torna d’attualità di fronte a giri di vit....
Data 29/09/2017

Germania. Elezioni 2

Federico Quadrelli - formiche.net

FDP torna a crescere nei sondaggi dopo essere uscita nel 20....
Data 24/09/2017

L’Atac e la vera tra

Il nemico della trasparenza sono le logiche politiche e elettorali. La richiesta di concordato preve....
Data 05/09/2017

Italiani il popolo d

Italiani il popolo dei migliori...
Macron è cattivo, una delusione, abbiamo capito signori del so....
Data 31/07/2017

Girarrosto Renzi e i

Matteo Renzi sta cercando di riportarsi al centro della scena politica. Il Segretario del PD ha avvi....
Data 13/07/2017

Strategia del conten

Troppo spesso i grandi problemi del nostro tempo (immigrazione, globalizzazione, Unione Europea) ci ....
Data 04/07/2017

Il sortilegio passat

La nostra comprensione delle dinamiche competitive si ferma a prima della rivoluzione di ChicagoL’ I....
Data 30/06/2017